Carnevale 2017, non fermatevi ai soliti noti

lunedì, 06 febbraio 2017

Non fermatevi ai soliti noti. Non guardate soltanto a Rio de Janeiro in Brasile oppure a Venezia in Italia. Andate oltre. E scoprite, con noi, altri luoghi per festeggiare alla grande il Carnevale 2017.

Una ricorrenza, il Carnevale, celebrata soprattutto nei Paesi a tradizione cristiana, cattolica in particolare, che precede la Quaresima, il periodo antecedente la Pasqua. Il termine carnevale alluderebbe proprio ai digiuni quaresimali, perché deriverebbe dal latino carnes levare (togliere la carne) o carne vale (carne, addio).

img-articolo-7-1

Una ricorrenza cristiana, quindi, che trae tuttavia origine da antiche festività pagane, le Dionisie greche e i Saturnali romani, quando il Carnevale* «era anche la grande festa della fecondità della terra, che doveva svegliarsi dopo il sonno invernale e nutrire le mandrie, le greggi e gli esseri umani».

Il Carnevale* «univa riti di fecondità con l’allegria. Ridere sconfigge la morte e il lutto: tradizioni antichissime collegano il riso, le danze e le burle alla fertilità della natura e degli uomini». Ecco perché «a Carnevale, ogni scherzo vale». Ecco perché le città si riempiono di maschere, balli, musica e colori, e si fa baldoria a non finire.

«Semel in anno licet insanire», dicevano i latini. Una volta all’anno, è lecito impazzire, nel senso di “uscire da se stessi”. Andiamo, dunque, a mascherarci e a divertirci a più non posso.

img-articolo-7-2

Buonumore e allegria in Spagna

La Spagna è una delle mete ideali per i festaioli. Non soltanto in estate, ma anche in inverno, in particolare nei giorni che precedono la Quaresima. «Divertimento senza limiti, buonumore e allegria invadono le strade di paesi e città», scrive Turespaña, l’ente pubblico amministrativo del Governo spagnolo che si occupa della promozione turistica del Paese iberico.

[img3]

Barcellona, anche per i più piccoli

Andiamo in Spagna, quindi, e partiamo subito per Barcellona, dove i festeggiamenti per il Carnevale 2017 sono in programma dal 23 febbraio al 1° marzo.

C’è spazio anche per i più piccoli, a Barcellona. Uno spazio chiuso, nel cuore della città, che riproduce su scala un paese con tutti gli aspetti più caratteristici della Spagna: il Poble Espanyol.

img-articolo-7-4

Oltre che a far festa nel capoluogo della Catalogna, è bene ricordare che Barcellona dista poco più di un’ora di automobile da Torelló, una cittadina che si sta preparando alla nuova edizione del Carnaval de Terra Endins (23 febbraio – 1° marzo), noto per il giorno dei Senyoretes i Homenots, quando ci si scambia i ruoli di genere e gli uomini sfilano per le strade vestiti da donne.

Marbella, con uno sguardo a Cadice

Una delle destinazioni principali della Costa del Sol, in Andalusia. A Marbella, il Carnevale 2017 andrà in scena dal 12 febbraio al 4 marzo. Un’occasione anche per staccare la spina e visitare questa meraviglia del Mediterraneo.

img-articolo-7-5

Due ore di viaggio in automobile, inoltre, e si raggiunge Cadice, il cui Carnevale (23 febbraio – 5 marzo) si caratterizza per le chirigotas, canzoni cariche di ironia e critica composte dai diversi gruppi musicali che prendono parte alle festa.

Playa del Inglés e Adeje, Carnevale nelle Isole Canarie

La zona turistica più famosa di Maspalomas, vale a dire Playa del Inglés, nella Gran Canaria, vi aspetta con un ricco calendario di festeggiamenti e manifestazioni, che prenderà avvio il 3 marzo, per concludersi il 12 dello stesso mese, con il tradizionale Entierro de la Sardina (Il Funerale della Sardina), una sfilata popolare che segna il termine del Carnevale.

img-articolo-7-6

Cambiamo isola, raggiungiamo Tenerife, nello specifico l’incantevole località di Adeje. La data da fissare sul calendario è il 28 febbraio, quando si terrà il vivace Baile de Carneval. Poco più di un’ora in automobile, peraltro, ed ecco Santa Cruz de Tenerife, con il carnevale più “brasiliano” tra tutti i festeggiamenti carnevaleschi spagnoli, in programma dal 19 febbraio al 5 marzo.

Berlino, Londra, Lione, Amsterdam e New York, quando il Carnevale è un pretesto

Il carnevale può anche essere un pretesto per raggiungere alcune delle più belle città al mondo. Ogni occasione è buona, per esempio, per visitare Amsterdam, la capitale dei Paesi Bassi, con i suoi caratteristici canali e ponticelli. In Olanda, d’altronde, il carnevale è una festività celebrata soprattutto nella parte meridionale del Paese.

La festa è più sentita a Lione (Francia), una delle mete fredde ideali per la stagione invernale, il cui centro storico, Patrimonio Universale dell’Umanità, si anima di maschere, musica e colori.

img-articolo-7-7

Berlino e Londra vantano due appuntamenti carnevaleschi di grande richiamo, che però si tengono in estate. Nella capitale della Germania, a giugno, si festeggerà la nuova edizione del Carnevale delle culture, mentre nella capitale dell’Inghilterra, in agosto, andrà in scena quella del Carnevale di Notting Hill. Sfilate e no, Berlino e Londra meritano sempre un viaggio.

img-articolo-7-8

Anche a New York (USA) c’è una manifestazione carnevalesca di forte attrazione: la West Indian Parade, un carnevale che celebra la cultura caraibica lungo le strade di Brooklyn. Si svolge, però, ogni anno, nel mese di settembre, in concomitanza con il Labour Day. Ma anche per New York, vale quanto detto sopra: ogni occasione è buona per visitare la Grande Mela.

In Italia, per lo Camentràn di Courmayeur e le pentolacce di Genova

Genova (Liguria) offre uno dei centri storici medievali più vasti d’Europa, che «si sviluppa in un intricato dedalo di vicoli (caruggi) che si aprono inaspettatamente in piccole piazzette». Ed è proprio nei caruggi e nelle piazzette che, durante il carnevale, è facile imbattersi in bambini “armati” di pentolaccia piena di caramelle e confetti, pronti per cercare di romperla, bendati, con un bastone. La Grande sfilata di Carnevale è in programma il 28 febbraio.

img-articolo-7-9

Il 28 febbraio andrà in scena anche Lo Camentràn, il carnevale più alto d’Europa, a Courmayeur (Valle d’Aosta). Una giornata speciale, con i Beuffons che vanno in giro per tutto il paese ad annunciare, con il suono dei campanacci, l’arrivo del carnevale.

A Buenos Aires per il Carnaval Porteño

Ultima tappa del nostro viaggio alla scoperta delle mete per il Carnevale 2017 è Buenos Aires.

img-articolo-7-10

Ogni settimana, nel mese di febbraio, i porteños, come vengono chiamati gli abitanti della capitale dell’Argentina, animano la città con il Carnaval Porteño, cimentandosi nella tradizionale murga, una forma di teatro di strada che coniuga musica, danza e recitazione.

*Carnevale, Cecilia Gatto Trocchi,  Enciclopedia dei ragazzi, 2005, Treccani

Previous Article Next Article