Miami Beach, cosmopolita, tropicale e di tendenza

venerdì, 24 febbraio 2017

Cento anni fa, la lingua di terra ove oggi sorge la città di Miami Beach (Florida, USA) ospitava soltanto paludi, mangrovie e la Biscayne House of Refuge, un centro di soccorso e di ricovero per naufraghi realizzato nel 1876 dallo United States Life-Saving Service.

Img-articolo-11-1

Furono John S. Collins e Thomas J. Pancoast a intravedere il potenziale residenziale e turistico dell’area. Nel 1911, i due imprenditori agricoli fondarono la Miami Beach Improvement Company e avviarono lavori di bonifica e infrastrutture con il sostegno economico prima dei banchieri James e John Lummus e poi di un altro imprenditore, Carl Graham Fisher.

Nel 1912, Collins e Pancoast diedero avvio alla costruzione del primo dei cinque ponti che sovrastano il canale di Biscayne Bay e collegano Miami Beach a Miami. Tre anni più tardi, il 26 marzo 1915, Miami Beach fu dichiarata municipalità. Al contrario di quanto si tenda a pensare, infatti, Miami Beach non è la spiaggia di Miami, ma un comune distinto.

Città cosmopolita, tropicale e di tendenza, Miami Beach vanta un clima ideale ogni mese dell’anno, infinite spiagge di sabbia fine, celebri edifici in stile Art Déco, una fervente scena artistica contemporanea, una vita notturna frizzante e strutture ricettive che soddisfano le esigenze di ciascun visitatore.

 

Per individuare gli hotel di Miami Beach che rispondono ai bisogni dei vostri clienti, non dovete fare altro che affidarvi alla piattaforma 6tour.com per agenzie di viaggio e tour operator.

 

Miami Beach è diventata una delle destinazioni turistiche di punta a livello mondiale anche grazie al lavoro incessante del Greater Miami Convention & Visitors Bureau (GMCVB), l’organismo ufficiale, non profit, impegnato da anni ad attrarre visitatori nell’area metropolitana di Miami, denominata Greater Miami and The Beaches. Si tratti di viaggi di piacere o di business travel.

Il GMCVB, ogni anno, arricchisce il Miami Temptations Program, iniziativa che prevede promozioni mensili confezionate per rendere sempre più piacevole il soggiorno nell’area.

Sono 11 i temi legati al programma:

  • Miami Cruise Month (gennaio)
  • Miami Romance Month (febbraio)
  • Shop Miami Month (marzo)
  • Miami Sports Month (aprile)
  • Miami Musem Month (maggio)
  • Miami Film Month (giugno)
  • Miami Spa Month (luglio-agosto)
  • Miami Spice Restaurant Month (agosto-settembre)
  • Miami Attractions Month (ottobre)
  • Miami Live Month (novembre)
  • Miami Heritage Month (dicembre)

«A Miami Beach, la lista di cose da fare e da vedere è praticamente infinita», evidenzia il GMCVB. Come fare per riuscire a sfruttare al massimo la vasta offerta? «Basta un po’ di organizzazione».

Ecco alcuni suggerimenti e itinerari utili per scoprire e vivere Miami Beach al meglio.


Art Déco Historic District

Img-articolo-11-2

E non c’è niente di meglio, per acquisire familiarità con Miami Beach e ammirarne i gioielli architettonici, che partecipare a un tour dell’Art Déco Historic District.

«Iniziate dall’Art Déco Welcome Center presso 1001 Ocean Drive e ammirate le finestre a oblò, i portici e i motivi ispirati all’arte nautica degli hotel di Ocean Drive. Scoprite gli architetti icona dello stile Déco, tra cui Henry Hoauser e L. Muray Dixon, quindi fate una sosta presso un caffè all’aperto per pranzare circondati dallo stile di South Beach e dell’Art Déco Historic District».

Alcuni tra i più straordinari edifici del quartiere ospitano interessanti musei, come il Bass Museum of Art, il Wolfsonian-Florida International University e il Jewish Museum of Florida. C’è un altro museo nel cuore dell’Art Déco Historic District, vietato ai minori di 18 anni: il World Erotic Art Museum.


South Beach, Ocean Drive e Lincoln Road

Sabbia bianca, acqua tiepida e trasparente, torrette di controllo dei guardiaspiaggia in stile déco e caratterizzate da colori pastello. Ecco South Beach, la cosiddetta Riviera Americana, «una località che anche la persona più cinica ritiene essere magica», coronata da Ocean Drive, una strada resa celebre anche dal grande e dal piccolo schermo.

Affacciato sul mare, sulla Ocean Drive, c’è Lummus Park, un parco pubblico con campi di beach-volley e ampi marciapiedi per chi ama andare in rollerblade, marciare o fare jogging.

South Beach è nota anche per le sue numerose gallerie d’arte, che si trovano in tutta la zona, anche se la maggiore concentrazione è nell’area di Lincoln Road, ove turisti e gente del posto si concedono sempre molto volentieri una passeggiata e una sosta nei negozi e nei bar.

South Beach è anche un luogo di fama mondiale per la vita notturna, con club, bar, lounge e locali alla moda aperti a tutte le ore.

 


1111 Lincoln Road

Img-articolo-11-4

È un parcheggio al coperto da 65 milioni di dollari, inaugurato nel 2010, ma è molto di più di una soluzione per i problemi del traffico cittadino.

1111 Lincoln Road, all’angolo tra Alton Road e Lincoln Road, è un edificio progettato da un prestigioso studio di architetti, che ospita alcuni dei negozi più creativi della città e 16 spazi commerciali, curati nei minimi dettagli.


New World Symphony Center

Img-articolo-11-5

Tra Lincoln Road e Washington Ave, c’è il New World Symphony Center, un edificio futuristico progettato dall’architetto Frank Gehry, sede della New World Symphony, la cui missione è «preparare gli studenti più dotati dei migliori conservatori a svolgere ruoli di spicco in orchestre e gruppi di tutto il mondo».


Española Way

A ovest di Washington Avenue, e a pochi isolati da Ocean Drive, ecco Española Way, una pittoresca isola pedonale con edifici in stile coloniale spagnolo. Una sosta d’obbligo per i più romantici e per gli amanti dell’architettura, dello shopping e del buon cibo.


MiMo On The Beach

Img-articolo-11-6

All’estremità settentrionale di Miami Beach, altre meraviglie architettoniche, quelle dei quartieri in stile MiMo (Miami Modern): Morris Lapidus/Mid-Twentieth Century District, North Beach Resort District, North Shore National Register District e Normandy Isles National Register District.


South Pointe Park

All’estremità meridionale di Miami Beach, invece, c’è South Pointe Park, un parco che si estende lungo la spiaggia e Government Cut, l’ingresso del porto di Miami, il luogo ideale per ammirare le grandi navi da crociera che scivolano sulle acque dell’oceano mentre il sole tramonta all’orizzonte.

Chi ama il buon cibo, non deve mancare di sedersi ai tavoli dei ristoranti di South of Fifth (SoFi), un’area di Miami Beach che vanta un’eccezionale offerta culinaria che spazia dalle bistecche ai granchi della Florida.


Holocaust Memorial

Img-articolo-11-7

Situato all’angolo tra Meridian Avenue e Dade Boulevard, l’Holocaust Memorial è un monumento commissionato da un comitato di sopravvissuti all’olocausto, progettato da Kenneth Treister.

Notevole l’impatto della Sculpture of Love and Anguish, la Scultura dell’Amore e dell’Angoscia, raffigurante un enorme braccio in bronzo su cui è impresso uno dei numeri tatuati ad Auschwitz e sul quale decine di prigionieri tentano di arrampicarsi.


Miami Beach Botanical Garden

Img-articolo-11-8

Uno spazio verde urbano, il Miami Beach Botanical Garden, che ospita piante e fiori della Florida, un giardino giapponese, un giardino d’acqua ed eventi sociali e aziendali. Un’oasi di relax utile per riposarsi e ricaricare le energie per continuare a scoprire e vivere Miami Beach alla grande.


Oltre Miami Beach

Ci siamo concentrati su Miami Beach, dunque su un’area geografica circoscritta. Abbiamo però evidenziato che Miami Beach è parte di un’area ben più ampia, la cosiddetta Greater Miami and The Beaches. Soggiornare a Miami Beach significa, quindi, poter raggiungere con facilità anche altre località da esplorare e vivere, e incontrare le esigenze di ciascun cliente.

Prendiamo, per esempio, le famiglie con bambini al seguito che cercano attrazioni per i loro piccoli. Due delle migliori si trovano l’una vicino all’altra a Watson Island: la Jungle Island, che vanta quasi due km di sentieri e recinti per animali con una natura spettacolare, e il Miami Children’s Museum, che conta ben 14 gallerie.

È soltanto un esempio. La città di Miami Beach e la Greater Miami and The Beaches sono destinazioni ideali per qualsiasi tipologia di clienti, dai più piccoli ai più grandi, dai single alle famiglie, dalle coppie ai gruppi, all’insegna della filosofia che domina l’area: vivi e lascia vivere!

Previous Article Next Article