Milano è business, Milano è leisure

venerdì, 21 luglio 2017

Milano indossa già la corona di regina italiana del business travel. E vuole affermarsi anche quale destinazione di riferimento in ambito leisure. Una volontà espressa da Roberta Guaineri, assessore a Turismo, Sport e Qualità della vita del capoluogo lombardo, sulle pagine di TTG Italia Magazine*.

Una volontà che si manifesta soprattutto attraverso la cosiddetta “strategia delle settimane”. La settimana della moda e la settimana del design, ma anche la settimana del libro, quella dell’arte e quella del food, e iniziative come Piano City, una tre giorni di concerti in luoghi insoliti, di musica sui tram, sulle barche e sulle bici, per citare alcune delle proposte meneghine in calendario.

Img-articolo-96-1

«Nessuna metropoli punta su questa caratteristica, nessuna città al mondo, ogni mese dell’anno, riesce a proporre una settimana dedicata al design, alla moda, al cibo, ai libri, alla musica, alla cultura, all’architettura, alle radio etc.», ha evidenziato Guaineri durante il dibattito Milan, the place to be. Le sfide del turismo in Lombardia**.

Restate dunque sintonizzati sulle “settimane” promosse dal Comune di Milano, tramite la sezione Da non perdere di turismoMilano, il sito web ufficiale per la promozione turistica di Milano. E tenete a mente anche i seguenti dati: nel 2015, anno di Expo, Milano ha registrato oltre 5 milioni e 290.000 visitatori (+11,48% su base annua); nel 2016, il numero ha superato i 5 milioni e 600.000 (+2,07% su base annua); nei primi cinque mesi del 2017, ancora una crescita, pari al 13,03%.

Milano può contare su un altro punto di forza, ha aggiunto l’assessore: «La capacità della città di continuare a cambiare, per esempio nello skyline. Uno dei motivi per cui le persone decidono di visitare le città è per osservarne i cambiamenti».

Milano ha anche conquistato il secondo posto della classifica European Best Destinations 2017, frutto di una competizione ideata da EBD, organizzazione che promuove la cultura e il turismo in Europa in collaborazione con lo European Destinations of Excellence Network, una rete creata dalla Commissione europea per dare impulso al cosiddetto turismo sostenibile.

Aperta parentesi. Sul gradino più alto del podio è salita Porto (Portogallo), sul terzo Danzica (Polonia). A seguire, Atene (Grecia), San Sebastian (Spagna), Zosopol (Bulgaria), Vienna (Austria), Cittavecchia (Croazia), Basilea (Svizzera), Madrid (Spagna), Rotterdam (Paesi Bassi), Roma (Italia), Parigi (Francia), Bonifacio (Corsica, Francia) e la Wild Taiga (Finlandia). Chiusa parentesi.

Milano, un itinerario classico

«Le facce di Milano sono tante, troppe per conoscerla completamente in poco tempo. Ma ci sono delle tappe d’obbligo, da non perdere, per iniziare almeno a scoprirla. Si tratta delle attrazioni turistiche più rilevanti, le architetture più rappresentative, le istituzioni più importanti, i simboli della città», si legge su turismoMilano.

Img-articolo-96-2

Probabile già sappiate quali siano le tappe d’obbligo per chi vuole iniziare a scoprire Milano. Un promemoria, in ogni caso, può esservi utile. Eccole, dunque, in elenco:

  • Piazza del Duomo
  • Galleria Vittorio Emanuele II
  • Museo del Novecento
  • Piazza della Scala
  • Piazza dei Mercanti
  • Castello Sforzesco
  • Pinacoteca di Brera
  • Pinacoteca Ambrosiana
  • Chiesa di Santa Maria delle Grazie
  • Basilica di Sant’Ambrogio
  • Quartiere Navigli
  • Quadrilatero della Moda
  • Museo Poldi Pezzoli

Milano in barca…

Ricordatevi anche che Milano «è stata per secoli una città navigabile, simile a Venezia, con un anello di canali e porticcioli: la cerchia dei Navigli e i laghetti di S. Stefano (oggi Piazza S. Stefano), S. Marco (oggi Piazza S. Marco) e Sant’Eustorgio (divenuto poi la darsena di Porta Ticinese)». E che è ancora possibile scoprirla (e riscoprirla) a bordo di una barca, nonostante la cerchia dei Navigli sia oggi «un percorso stradale ad andamento circolare che racchiude il centro storico».

Img-articolo-96-3

Navigli Lombardi, società fondata da Regione Lombardia, Comune di Milano, Province e Camere di Commercio di Milano e Pavia, Comune di Pavia e Consorzio di Bonifica Est Ticino-Villoresi, propone cinque itinerari fluviali, alcuni dei quali raggiungono anche i dintorni del capoluogo lombardo:

  • Itinerario delle Conche
  • Itinerario della Darsena
  • Itinerario delle Delizie
  • Itinerario della Martesana
  • Itinerario dei Fontanili

… e in bicicletta

Potete suggerire ai vostri clienti di esplorare Milano anche a bordo di una bicicletta. Ricordate loro che possono utilizzare anche BikeMi, il servizio di bike sharing messo a punto dal Comune di Milano e dall’Azienda Trasporti Milanesi (ATM).

Img-articolo-96-4

Milano e il verde

Non manca il verde, a Milano. «Su una superficie di 14.681.400 mq circa, sono distribuiti oltre 54 parchi, più altri spazi verdi, come 21 splendidi giardini che permettono a cittadini e visitatori di trascorrere il proprio tempo libero circondati dalla natura». Da non perdere, senza dubbio, è Parco Sempione, lungo i cui margini si trovano, tra gli altri edifici, il Castello Sforzesco e l’Arco della Pace.

Img-articolo-96-5

Milano offre anche «preziose e inaspettate testimonianze dei valori della civiltà contadina: le cascine, oasi di pace e di riflessione». Alle cascine, agli orti, ai mercati agricoli e al paesaggio agrario, è dedicato il sito web Milano Metropoli Rurale, disponibile soltanto in lingua italiana.

Gli spazi verdi sono ideali per chi viaggia in famiglia con bambini al seguito. E a proposito di piccoli, a Milano possono divertirsi (e imparare) al Mu.Ba (Museo dei Bambini), al WOW Spazio Fumetto (Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata) e all’Acquario Civico.

Milano e …

… e quello che volete e pensate risponda al meglio alle esigenze dei vostri clienti. Le possibilità di scoprire ed esplorare Milano sono davvero tante. Il sito web turismoMilano è una miniera di informazioni e suggerimenti che coprono ogni interesse: arte, cultura, storia, sport, vita notturna eventi e qualsiasi altro argomento che non abbiamo toccato in questo focus.

Per le strutture ricettive, e per i servizi connessi (auto, transfer, guide, escursioni etc.), potete sempre contare sulla piattaforma 6tour.com.

Prima di salutarvi, vogliamo segnalarvi Milano per Tutti, un progetto promosso dal Comune di Milano e realizzato dalle principali associazioni lombarde delle persone con disabilità e con bisogni specifici. Il sito web offre tutte le informazioni riguardanti il turismo accessibile a Milano.

*Roma-Milano: il turismo da due diversi punti di vista

a cura di TTG Italia

**Turisti, effetto Expo anche nel 2017. E il Comune lavora al brand Milano

a cura di Il Giorno

Buon viaggio dallo Staff 6Tour!

Previous Article Next Article