Non di sola fede vive il turista religioso

venerdì, 28 luglio 2017

Se è vero che non di solo pane vive l’uomo, è altrettanto indubbio che non di sola fede vive il turista religioso. Non vogliamo sovrapporre quest’ultimo al pellegrino, anzi, vogliamo proprio continuare a distinguere tra chi si reca in pellegrinaggio a un luogo sacro mosso in via esclusiva dalla sua fede e chi, invece, è spinto verso il medesimo luogo da motivazioni differenti.

Alcuni, anzi, molti, ritengono la distinzione oramai superata. Perché – sostengono – anche la mentalità del pellegrino è cambiata. Può darsi abbiano ragione, ma noi – ripetiamo – vogliamo continuare a distinguere tra pellegrino (in senso proprio) e turista religioso. Pensiamo che tale distinzione sia funzionale al vostro lavoro e alla soddisfazione dei vostri clienti.

Img-articolo-97-1

E per spiegarvi il perché, prendiamo in prestito le parole di Moreno Zago, docente di Sociologia del turismo presso l’Università degli Studi di Trieste, intervistato dai responsabili del progetto Romea Strata*, il sistema di vie che dall’Europa centro-orientale conduceva i pellegrini a Roma:

«Non è semplice definire il concetto di turismo religioso con un’univoca interpretazione. Il termine, nel linguaggio corrente, è in sostituzione o in stretta analogia con il termine pellegrinaggio, nonostante siano diverse le modalità di svolgimento delle due pratiche. Il turista religioso, infatti, organizza un “viaggio” per beneficiare di una nuova staticità, mentre il pellegrino considera il pellegrinaggio un atto di culto e trova nel percorso fino alla meta il significato profondo del suo viaggio. Oggi, chi parte motivato dalla fede o da un forte senso di spiritualità, può essere definito un pellegrino e chi, invece, parte spinto da motivazioni culturali e interessato alla visita di luoghi e realtà religiose, può essere chiamato turista religioso».

Ecco, ricordatevela questa distinzione. Vi consentirà, crediamo, di capire meglio chi avete di fronte e, nel caso di un pellegrino, di aiutarlo a costruire un percorso che sia per lui denso di significato.

Per avere invece un’idea di quali possano essere le motivazioni per così dire “secolari” proprie di un turista religioso, vogliamo riferirvi, in sintesi, quanto emerso da una ricerca* condotta in Serbia.

Tra le principali motivazioni “secolari” che hanno spinto le persone a visitare il Monastero di Vujan, figurano la bellezza della natura che circonda il medesimo, le leggende e le storie a esso correlate, il valore storico, culturale e architettonico della struttura.

Img-articolo-97-2

Prima di fornirvi alcune risorse sulle più note destinazioni di viaggio per pellegrini e turisti religiosi, vogliamo anche segnalarvi che dal 18 al 20 settembre 2017 si terrà la seconda edizione di Italian Wonder Ways: se vorrete, potrete fare esperienza di sei “cammini” del Centro Italia e incontrarvi tutti ad Assisi il 20 settembre per l’evento conclusivo.

Img-articolo-97-3

Iniziamo il capitolo destinazioni proprio con le risorse di riferimento per Assisi. Potete puntare i vostri browser web su Visit Assisi, Assisi Itinerari e sanfrancescoassisi.org. Quest’ultimo è il sito web ufficiale della Basilica Papale e del Sacro Convento di San Francesco d’Assisi.

Img-articolo-97-4

Restiamo in Italia, e spostiamoci dall’Umbria alle Marche, per raggiungere Loreto, e dunque la Santa Casa, «il primo Santuario di portata internazionale dedicato alla Vergine e vero cuore mariano della cristianità», per usare le parole impiegate da papa Giovanni Paolo II.

Img-articolo-97-5

Ancora Italia, anzi no, perché andiamo sì a Roma, ma raggiungiamo lo Stato della Città del Vaticano. Per informarvi in maniera accurata sulla Basilica di San Pietro e gli altri luoghi di carattere religioso, le risorse di riferimento sono Vatican State, Santa Sede e Musei Vaticani.

Img-articolo-97-6

Dall’Italia alla Francia, destinazione Lourdes, nello specifico il complesso religioso del Santuario di Nostra Signora di Lourdes. Vi segnaliamo il sito web ufficiale Lourdes Sanctuaire.

Restiamo in Europa, ma spostiamoci in Spagna, a Santiago de Compostela, punto di arrivo dell’omonimo cammino. Tutte le informazioni le trovate su Santiago de Compostela Turismo.

Img-articolo-97-7

Prima di volare dall’altra parte dell’Oceano, facciamo tappa a Fatima, in Portogallo. Quest’anno, 2017, ricorre il centenario delle Apparizioni. Vi segnaliamo che il 9 e il 10 settembre si terrà il Giubileo dei giovani del centenario delle Apparizioni. Puntate i vostri browser web sulla pagina ufficiale del Santuario di Fatima.

Img-articolo-97-8

Voliamo ora in direzione del Messico, per raggiungere Città del Messico, dove, nel 1531, sulla collina del Tepeyac a nord della metropoli, sarebbe apparsa la Vergine di Guadalupe. Potete trovare informazioni utili su CDMX Travel.

Img-articolo-97-9

Cambiamo di nuovo scenario e raggiungiamo Gerusalemme, in Israele. Entriamo nella Città Vecchia, divisa in quattro quartieri (ebraico, armeno, cristiano, musulmano), ove troviamo il Muro Occidentale, sacro agli ebrei, la Chiesa del Santo Sepolcro e la Cupola della Roccia sul Tempio del Monte. Informatevi attraverso iTravelJerusalem.

Img-articolo-97-10

Andiamo ora nella città santa per antonomasia per i musulmani: La Mecca, in Arabia Saudita, ove ha sede la più grande moschea al mondo che circonda il luogo più sacro dell’Islam, la Kaaba. Vi ricordiamo che, per i visti, il servizio di riferimento è VFS Tasheel. Per costruire le vostre proposte di viaggio, potete affidarvi al sito web ufficiale Saudi Tourism.

Img-articolo-97-11

Terminiamo il nostro viaggio ad Agra, in India, ove sorge il Taj Mahal, il mausoleo fatto costruire dall’imperatore Shahbuddin Mohammed Shah Jahan in memoria dell’adorata moglie Mumtaz Mahal, morta prematuramente. Un “monumento all’amore” molto frequentato anche dai pellegrini per via della moschea. Potete trovare informazioni sul sito ufficiale Taj Mahal.

Img-articolo-97-12

* Pellegrini o turisti religiosi?

a cura di Romea Strata

** Exploring The Motives Of Religious Travel By Applying The Ahp Method – The Case Study Of Monastery Vujan (Serbia)

a cura di S. Božic, B. Spasojević, M. D. Vujičić, I. Stamenkovic

IJRTP, International Journal of Religious Tourism and Pilgrimage

Buon viaggio dallo Staff 6Tour!

Previous Article Next Article