Splendida, splendida Copenaghen

venerdì, 24 novembre 2017

Wonderful, wonderful Copenhagen
Friendly old girl of a town
‘Neath her tavern light
On this merry night
Let us clink and drink one down
To wonderful, wonderful Copenhagen

Splendida, splendida Copenaghen
Città madre e amica
Sotto la luce della sua taverna
In questa felice notte
Tintinniamo i bicchieri e beviamo d’un sorso
Alla splendida, splendida Copenaghen

Così cantava l’attore statunitense Danny Kaye nel film Hans Christian Andersen (1952), incentrato sulla vita dello scrittore danese (Odense, 2 aprile 1805 – Copenaghen, 4 agosto 1875), celebre in tutto il mondo per le sue fiabe. Tra le più note, La Sirenetta (1837), cui è dedicata una statua di bronzo presso il molo di Langelinje, diventata simbolo della città di Copenaghen.

Img-articolo-115-1

Den Lille Havfrue (La Sirenetta) è una delle dieci attrazioni più visitate di Copenaghen, stando all’elenco pubblicato dall’Ente danese per il turismo:

Tivoli (Giardini di Tivoli)

Sito web ufficiale: Tivoli

Img-articolo-115-2

«Tivoli fa divertire le persone fin dalla sua apertura, nel 1843 […] È un delizioso miscuglio di giostre, attrazioni, performance e cultura che lo rendono perfetto sia per gli adulti che per i bambini. Tivoli è un’oasi di divertimento anche ad Halloween e a Natale»

Dyrehavsbakken (Parco di Bakken)

Sito web ufficiale: Bakken

Img-articolo-115-3

«È il parco di divertimenti più antico del mondo [è stato fondato nel 1583, ndR], si trova appena fori da Copenaghen, immerso in uno splendido parco naturale dove puoi incontrare tanti esemplari di cervi e daini».

Zoologisk Have (Zoo di Copenaghen)

Sito web ufficiale: Copenhagen Zoo

Img-articolo-115-4

Da non perdere, l’Anello Artico, «un microclima ricreato per le specie che si trovano a quelle latitudini», e la Casa degli Elefanti «progettata da Sir Norman Foster»

Den Blå Planet (Acquario Blue Planet)

Sito web ufficiale: Den Blå Planet

Img-articolo-115-5

L’acquario nazionale danese, «un’esperienza unica per osservare le specie marine più disparate e per imparare tutti i segreti del mare»

Nationalmuseet (Museo Nazionale Danese)

Sito web ufficiale: Nationalmuseet

Img-articolo-115-6

«Tutto, ma proprio tutto, sulla storia danese in un edificio storico: il Palazzo del Principe»

Rundetaarn (La Torre Rotonda)

Sito web ufficiale: Rundetaarn

Img-articolo-115-7

«Si trova in centro città, era un osservatorio astronomico utilizzato anche da Tycho Brahe. Oggi è un meraviglioso punto panoramico»

Statens Museum for Kunst (Museo d’arte nazionale)

Sito web ufficiale: SMK

Img-articolo-115-8

«È il museo d’arte più grande della Danimarca e ospita collezioni di autori danesi e internazionali di sette secoli»

Ny Carlsberg Glyptotek

Sito web ufficiale: Glyptoteket

Img-articolo-115-9

«Fondato da Carl Jacobsen (industriale della birra Carlsberg), questo museo ospita arte francese, sculture, arte antica e un grazioso giardino d’inverno»

Copenaghen hygge

Dalle dieci attrazioni più visitate di Copenaghen alle dieci cose hygge da fare nella capitale della Danimarca. «Hygge è qualcosa di tanto danese che non si può tradurre. Per provare a spiegarla, diciamo che significa creare un’atmosfera accogliente, piacevole, intima mentre si assaporano i piaceri della vita circondati dall’affetto delle persone care».

Ed eccole, le dieci cose hygge da fare a Copenaghen, suggerite su Visit Denmark:

  • un tour dei canali di Copenaghen
  • un pic-nic nei Giardini del Re
  • una birra a Nyhavn
  • Natale al Tivoli
  • mangiare uno smørrebrød al Restaurant Kronborg
  • un tour in bici della città
  • fare shopping vintage o alternativo
  • fare merenda con uno dei dolci danesi
  • una passeggiata alla Cittadella
  • scoprire Christianshavn

Lo smørrebrød è un panino di segale, aperto, ricco di farcitura, tipico della Danimarca e, più in generale, della gastronomia nordica.

Img-articolo-115-10

«Lo smørrebrød, tempo fa, aveva perso il suo fascino, fino a recuperare la sua gloria grazie anche alla tendenza danese di riportare il focus su piatti e ingredienti tradizionali». Oltre che nei menu dei ristoranti, i vostri clienti lo troveranno anche tra le bancarelle del Copenhagen Street Food, il nuovo mercato dedicato al cibo di strada.

Noi ci fermiamo qui. Per approfondire la vostra conoscenza di Copenaghen, in materia di storia, cultura, verde, architettura, turismo LGBT, turismo accessibile, luoghi per innamorati, itinerari per chi viaggia in famiglia con bambini al seguito etc., potete affidarvi non soltanto a Visit Denmark, ma anche a Visit Copenhagen.

Prima di salutarvi, vogliamo segnalarvi la sezione Travel Trade di Visit Copenhagen, con risorse utili per diventare anche Copenhagen Specialist, e ricordarvi che, sebbene membro della Ue, la Danimarca non è membro dell’unione monetaria, e che, pertanto, la moneta danese non è l’euro, ma la corona danese.

Buon viaggio dallo Staff 6Tour!

Previous Article Next Article