La classifica Top 100 City Destinations 2019 di Euromonitor

venerdì, 24 gennaio 2020

Euromonitor International ha pubblicato di recente la Top 100 City Destinations 2019, la classifica delle 100 città che nel 2019 hanno contato il maggior numero di arrivi internazionali.

Per comprendere al meglio i dati, è opportuno conoscere la metodologia impiegata alla società di ricerche di mercato. Si tratta, innanzitutto, di una classifica frutto di una previsione su dati semestrali e che muove da oltre 400 città prese in esame in base agli arrivi internazionali registrati nel 2018.

Euromonitor, in secondo luogo, ha concentrato la sua attenzione sulle cosiddette “città hub” (città globali), tendendo a escludere spiagge (e relative località balneari) e località sciistiche che pure possono vantare grandi volumi di visitatori internazionali.

Nelle tabelle allegate allo studio, è possibile visualizzare i dati relativi agli arrivi internazionali nel 2017 e nel 2018, quelli previsti per il 2019, e le variazioni in classifica tra il 2013 e il 2018 e tra il 2018 e il 2019.

ART173-img-corpo1-760px

Con l’espressione “arrivi internazionali” si devono intendere sia i turisti che hanno raggiunto le città prese in esame come primo punto di ingresso sia quelli arrivati nei Paesi attraverso un altro punto di ingresso, ma che hanno visitato le città durante il loro viaggio.

ART173-img-corpo2-760px

Euromonitor considera “turista internazionale” qualsiasi persona che visita un altro Paese per almeno 24 ore, per un periodo non superiore a 12 mesi e che soggiorna in alloggi a pagamento o no. Ogni arrivo è conteggiato separatamente e include sia le persone che viaggiano più di una volta all’anno sia quelle che visitano diverse città durante il viaggio, indipendentemente dallo scopo dello stesso: leisure, business, visite ad amici e parenti.

ART173-img-corpo3-760px

Gli “arrivi internazionali” non comprendono i turisti domestici, i visitatori che non si sono fermati per almeno 24 ore, le persone di passaggio e i passeggeri delle crociere. Sono esclusi anche coloro che hanno un impiego retribuito all’estero, gli studenti che soggiornano in un Paese per oltre 12 mesi, il personale militare, gli equipaggi dei trasporti e gli sfollati che fuggono da guerre o catastrofi naturali.

ART173-img-corpo4-760px

Asia prima, Europa seconda, America del Nord terza

Quando Euromonitor ha annunciato la pubblicazione della sua Top 100 City Destinations 2019, la stampa ha evidenziato che sono le città asiatiche a dominare la classifica, con 43 città su 100. Così, d’altronde, ha scritto la stessa società di ricerche di mercato.

A essere precisi, sebbene l’Asia sia in effetti prima per numero di città, quelle che appartengono in senso proprio al continente asiatico sono 40. Euromonitor ha inserito nel computo delle città asiatiche anche Sydney e Melbourne (Australia), e Auckland (Nuova Zelanda). E nella ricerca, infatti, non v’è traccia del termine “Oceania”.

Al di là della precisazione, l’Asia non soltanto è prima in classifica per numero di città, ma è anche in crescita costante dal 2013 per numero di arrivi internazionali nelle città prese in esame.

In vetta alla classifica c’è proprio una città asiatica, Hong Kong, già tra le città protagoniste della World’s Best Cities 2019 di Resonance Consultancy e nonostante i disordini politici degli ultimi mesi. Disordini che hanno però determinato una netta diminuzione degli arrivi, sottolinea Euromonitor.

A confermare le previsioni di Euromonitor è lo stesso Hong Kong Tourism Board, per bocca del direttore esecutivo Dane Cheng, che a inizio gennaio 2020 ha parlato di un calo di circa 14 punti percentuali per il 2019. Anche in questo caso, si tratta di una stima e non di un dato definitivo.

ART173-img-corpo5-760px

Seconda in classifica è l’Europa, con 32 città, il medesimo numero dell’edizione 2018 dello studio. La prima città europea della Top 100 City Destinations 2019 di Euromonitor è Londra (Regno Unito), che si piazza al terzo posto, dietro a Bangkok (Tailandia).

Un piazzamento provvisorio quello di Londra, perché le incertezze legate alla Brexit stanno pesando anche sul turismo. Londra, quando i dati saranno definitivi, potrebbe scendere in quinta posizione, prevede la società di ricerca di mercato.

ART173-img-corpo6-760px

Terzo posto in classifica per il Nord America, grazie a 7 città degli USA e a 2 città del Canada. Sebbene le città nordamericane continuino a macinare numeri di tutto rispetto, le stesse stanno soffrendo la maggiore competitività di quelle asiatiche ed europee, evidenzia Euromonitor.

ART173-img-corpo7-760px

La prima città nordamericana in classifica è New York (USA), in ottava posizione, dietro, nell’ordine dal quarto al settimo posto, a Macao (altra regione amministrativa speciale della Cina come Hong Kong), Singapore (Singapore), Parigi (Francia) e Dubai (Emirati Arabi Uniti). E davanti a Kuala Lumpur (Malesia) e Istanbul (Turchia), che chiude la Top 10.

America Latina in difficoltà, Medio Oriente e Africa in crescita stabile

In difficoltà è l’America Latina, con Città del Messico (Messico) che esce di scena e con soltanto 4 città presenti, che peraltro perdono posizioni. La prima città dell’America Latina in classifica è la messicana Cancún, al quarantesimo posto.

Medio Oriente e Africa risultano in crescita stabile, con destinazioni leader come Dubai in forte aumento per numero di arrivi internazionali. L’Arabia Saudita, il secondo mercato più importante della regione, ha registrato un rallentamento del turismo religioso e anche degli arrivi legati alle visite ad amici e parenti.

ART173-img-corpo8-760px

In ripresa è l’Egitto, grazie al suo programma di riforma del turismo, spiega Euromonitor. Il Cairo guadagna terreno e per la prima entra in classifica Hurghada, una delle città che la società di ricerche di mercato invita a tenere d’occhio, insieme con Singapore, Delhi (India) e Fukuoka (Giappone). Anche quest’ultima è al debutto nella Top 100 City Destinations.

Prima di salutarvi, vi segnaliamo che nello studio sono inclusi approfondimenti dedicati a ciascuna delle regioni prese in esame da Euromonitor. Per scaricare e consultare la ricerca, pubblicata in inglese, è sufficiente compilare il modulo pubblicato sulla pagina web Top 100 City Destinations: 2019 Edition.

Buon lavoro!

Previous Article