Cos’è il marketing per un agente di viaggi?

lunedì, 21 dicembre 2015

Era la fine degli anni Ottanta quando in America i Guns ‘n Roses incidevano “Welcome to the jungle”, un singolo che da quegli anni in poi è rimasto sempre attuale, soprattutto nel mondo economico e del turismo.
Giorno dopo giorno cambiano le dinamiche, cambia il modo di comunicare e di porsi sul mercato, con regole nuove e battaglie a colpi di offerte, soprattutto nel web.

Quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare

Ecco che il marketing gioca un ruolo fondamentale nel creare un buon posizionamento per te e la tua azienda. In questo articolo raccogliamo 7 trucchi per non disperdere energie.

  1. Seppur resta nel DNA dell’agente di viaggi saper organizzare ogni sorta di escursione, è cosa indicata focalizzarsi su target specifici, cosicché da un lato possano essere redditizi sul fronte economico e dell’altro consentano di differenziare l’offerta della tua agenzia dalle altre.
  2. Uno dei segreti è quello di scegliere i target che secondo te siano maggiormente fidelizzabili, in modo da garantirti un parco clienti che non solo acquista da te, ma genera anche un passaparola positivo all’interno del suo ambiente, anch’esso appartenente al tuo target di riferimento.
  3. Il web è un ottimo strumento non per contrastare i portali di booking B2C, ma per amplificare la tua comunicazione e continuare a differenziarti.
  4. E’ bene che il tuo sito web sia aggiornato nei contenuti e nella grafica. L’ideale poi è che sia progettato per creare interazione con il pubblico, ma solo se reputi che il target che tu hai scelto ne possa giovare.
  5. Ogni sezione del sito deve rispondere alle esigenze e ai problemi dei potenziali utenti, soprattutto in fase di pre-acquisto, cioè ancora prima che entrino nella tua agenzia.
  6. Le referenze sono sempre più importanti: avere un breve video di commento da parte dei clienti e pubblicarlo nel tuo canale Youtube potrebbe di certo facilitare la tua promozione.
  7. I social media aiutano non solo a pubblicizzare le tue offerte, ma anche ad aumentare la cosiddetta “brand reputation”, la reputazione della tua agenzia e delle persone che ne fanno parte. Ecco perché lasciar interagire le pagine del tuo sito all’interno delle tue pagine social, non può far altro che aumentare il potenziale coinvolgimento del tuo target, ma anche di altri target che possono essere collaterali e che intendono comunque darti fiducia.

Forse sarai già al corrente di tutti questi suggerimenti, ma a volte lanciare un argomento significa creare lo spunto per la generazione di nuove idee.

Previous Article Next Article