Roma a piedi: vademecum dei luoghi da vedere

venerdì, 20 maggio 2016

Da sempre Roma custodisce tesori che fanno parte della storia del mondo intero. Che i vostri clienti siano religiosi oppure no, il Giubileo Straordinario della Misericordia è un’occasione per suggerire Roma ai vostri clienti, poiché molti sono gli itinerari e le opere che si possono ammirare.

Nella visita dei luoghi religiosi più noti vanno sì previste code e lunghi tempi di attesa, ma nel resto dell’itinerario ci si può immergere nella storia dell’era prima di Cristo e nella quotidianità italiana, fatta di dinamismo e cultura pop.

Qui di seguito abbiamo schematizzato itinerari ed attrazioni da visitare passeggiando per la città. Buona lettura!

Itinerario della Roma antica

  1. Ostia Antica, un assaggio di mare raggiungibile in treno. Era il porto dell’antica città di Roma, situato alla foce del fiume Tevere.
  2. Colosseo, il più grande anfiteatro al mondo.
  3. Fori Romani, situati tra il Palatino e il Campidoglio ospitano i resti del centro politico, religioso e commerciale dell’antica città di Roma.
  4. Pantheon, tempio costruito nel 27 a.c. e luogo di culto. Noto per la sua cupola con il foro al centro. La leggenda narra che all’interno non piove mai, nonostante la cupola abbia una finestra dal diametro di 9 metri. Vi sveliamo un segreto: piove, eccome se piove. Ma le gocce d’acqua vengono frantumate dai moti d’aria interni all’edificio.
  5. Castel Sant’Angelo, situato sulla sponda destra del Tevere. All’interno si trovano opere di Lorenzo Lotto e Carlo Crivelli.
  6. Colle Palatino, uno dei sette colli di Roma è oggi un grande museo all’aperto.
  7. Bocca della Verità, antico tombino romano che gode di una fama leggendaria: si presume infatti che abbia il potere di pronunciare oracoli. Dal 1632 si trova murato nella parete della chiesa Santa Maria di Cosmedin.

Itinerario della storia italiana

  1. Campidoglio, uno dei sette colli di Roma e attuale sede di rappresentanza del Comune della città.
  2. Altare della Patria, monumento nazionale dedicato a Vittorio Emanuele II, ultimo re d’Italia. È uno dei simboli patri dell’Italia unita e della sua libertà grazie alla presenza al suo interno di un militare italiano caduto in guerra (il Milite Ignoto).
  3. Piazza Venezia, situata ai piedi del Campidoglio e di fronte all’Altare della Patria.
  4. Piazza del Popolo, raggiungibile attraversando Via del Corso da Piazza Venezia. La piazza, la sua porta e l’obelisco flamino sono l’emblema dell’architettura tipica della città eterna.
  5. Pincio, altro colle di Roma. Dalla terrazza si può godere di un panorama mozzafiato. Luogo romantico raggiungibile dalla Passeggiata del Pincio, che collega Piazza del Popolo e Porta Flaminia.
  6. Villa Borghese, parco adiacente al Pincio. Il terzo parco pubblico più grande di Roma. Nelle sue vicinanze sono situati importanti musei, come la Galleria Borghese e la Galleria nazionale di Arte Moderna.
  7. Palazzo Montecitorio, è il palazzo della Camera dei Deputati e si affaccia sulla piazza del Parlamento.

Itinerario della cultura popolare italiana

  1. Fontana di Trevi, una delle più note fontane di Roma. Passata alla storia per la sua unicità e simbolo del cinema italiano. Il primo film di cui la fontana fu protagonista è stato lo statunitense “Tre soldi nella fontana” del 1954, diretto da Jean Negulesco. Ristrutturata recentemente e tornata all’antico splendore.
  2. Via Vittorio Veneto, la via che conduce da piazza Barberini alla Porta Pinciana. Nota come ambientazione dei film felliniani e per i negozi di abbigliamento di haute couture.
  3. Piazza di Spagna, piazza con la celebre scalinata che prende nome dall’adiacente sede dell’ambasciata iberica. La scala collega la piazza con la chiesa della Trinità dei Monti ed è sede di eventi e sfilate di fama nazionale ed internazionale.
  4. Piazza Campo de’ Fiori, nota per i suoi mercati e luogo di ritrovo per i più giovani.
  5. Porta Portese, nota per il mercato delle pulci situato al di fuori della stessa, lungo la via Portuense e nelle immediate vicinanze di Viale Trastevere.
  6. Trastevere, zona al di là del Tevere costruita grazie all’espansione della città antica. È un luogo leggendario e molto popolare, dove si può assaggiare del buon cibo nostrano e assaporare la vita italiana agli inizi del Novecento. Consigliamo di consultare questo interessante articolo sulle antiche osterie romane.

Speciale Giubileo: itinerari pedonali Giubilari

Il Giubileo straordinario della Misericordia è iniziato l’8 Dicembre 2015 e si concluderà il 20 Novembre 2016. Per la Chiesa cattolica il Giubileo è un anno dedicato alla remissione dei peccati, alla riconciliazione, alla conversione e alla penitenza sacramentale. Viene chiamato anche Anno Santo ed è il periodo durante il quale il Papa concede l’indulgenza plenaria ai fedeli che si recano a Roma e compiono particolari pratiche religiose, tra cui la confessione, la preghiera e atti di misericordia. Il pellegrinaggio è inteso come una modalità di riflessione, una preparazione alla confessione ma anche di contemplazione dell’opera dell’uomo e del divino: è per questo che la città di Roma, in collaborazione con il Vaticano, ha istituito quattro itinerari pedonali giubilari che, oltre ad essere funzionali all’evento e alla sicurezza del traffico, lasciano riscoprire l’antica storia della Roma cattolica e l’arte classica dei più noti pittori e scultori.

Tutti gli itinerari conducono alla Basilica di S.Giovanni in Laterano (o Basilica Aurea) attraversando la città in diversi punti e coinvolgendo nel percorso circa venti tappe.

Altro itinerario per pellegrini e per appassionati di architettura religiosa è quello delle Sette Basiliche di Roma, una camminata di circa 20 km che può essere percorsa durante le giornate ufficiali del pellegrinaggio (a settembre e a maggio) oppure in totale autonomia. La partenza è dalla Basilica di San Pietro (n.1 nella mappa) fino a terminare alla Basilica di Santa Maria Maggiore (n.7).

7basiliche

Roma: 4576 soluzioni di alloggio disponibili
Trova hotel per i tuoi clienti su 6tour!


Roma nell’ultimo film di James Bonde – Spectre

Previous Article Next Article