Speciale Islanda: la terra del ghiaccio e del fuoco

venerdì, 17 giugno 2016

Acqua e fuoco sono gli elementi contrapposti per antonomasia, eppure vivono così in armonia in Islanda, dove tutto è semplice, lento… naturale. Benvenuti in questo nuovo Speciale Destinazione, tutto dedicato ad un Paese molto gettonato negli ultimi anni: l’Islanda e le sue zone più belle.

Ritorno alla terra

Questo articolo lo vogliamo scrivere di pancia, facendo parlare le sensazioni che rendono un viaggio in Islanda così unico e irripetibile. È con tali sensazioni che i vostri clienti devono sentirsi pronti per partire, non limitandosi a quanto vedono online ma piuttosto aspettandosi un’isola sorprendente, in cui il sacro si unisce con il profano in un equilibrio senza eguali, e al cui al centro vi è l’uomo con la sua naturalezza.

Il viaggio in Islanda inizia già da prima che l’aereo atterri: sorvolando i cieli del Circolo Polare Artico, infatti, è possibile notare immensi distese di ghiacciai, colate laviche, crateri, geyser e laghi di fango. Già da qui ci si rende conto che la natura è la componente principale del Paese e che l’uomo può conviverci solo insediandosi nella scura striscia litoranea. Ce ne sono circa 323.000 di uomini in Islanda, divenuti indipendenti dal governo danese solo a seguito della II Guerra Mondiale. Essi trascorrono una vita serena, semplice, principalmente volta ad attività ittiche e turistiche. C’è chi caccia gli squali e fermenta la loro carne per poter sfamare il Paese, c’è chi produce energia geotermica grazie all’imponente attività vulcanica e al magma che ne fuoriesce, c’è chi fa sport e gioca a pallamano (lo sport nazionale) oppure chi gioca a golf sotto il sole di mezzanotte (sì, il sole di mezzanotte, non è un errore).
Discendente dai vichinghi e sempre a contatto con la natura, il popolo islandese racconta storie di elfi e di guerre senza tanti formalismi e con poco spazio ad opinioni contrastanti. E lo fa attraverso i suoi musei, i reperti a cielo aperto e il racconto centenario della Egil Saga (o Egla), la storia di un contadino islandese che divenne vichingo e poi un poeta di corte. La Egil Saga fu scritta nei primi secoli dell’anno Mille e ancora oggi Egil è una figura mitologica estremamente considerata in tutta l’isola.

Cosa vedere in Islanda

Reykjiavik è la capitale più settentrionale al mondo ed il centro turistico, economico e culturale di tutta l’isola. L’aeroporto è a Keflavik, a pochi km di distanza, e nel suo territorio si trovano le più importanti attrazioni:

  • Reykjiavik 871+/-2, il museo nazionale della storia e della tecnologia
  • Hallgrimskirkja, la chiesa luterana alta 74,5 metri dalla cui cupola si può ammirare il panorama di tutta la città.
  • Laguna Blu, l’area geotermale più visitata. In generale tutte le piscine termali del Paese hanno una funzione aggregativa: gli abitanti si riuniscono per chiacchierare e giocare con i bambini.

La zona di sud-est è nota per il suo Anello d’Oro, in cui si trovano il parco nazionale di Thingvellir, il geyser di Geysir e la cascata Gullfoss.

Finora poco considerata dal turismo è stata invece l’area occidentale, a due ore dalla capitale e con un parco naturale selvaggio (lo Snæfellsjökull National Park), fatto di ghiacciai, gayser, vulcani, cascate e campi adatti per passeggiate a cavallo. La città principale è Borgarnes, il principale centro di commercio di tutta la zona ovest.
Nel 2016 tutto il mondo del travel si aspetta che anch’essa diventi frequentata dai turisti, incrementando ulteriormente l’esponenziale crescita dell’economia del Paese.

6tour + Islanda
n. hotel disponibili: 720

n. città raggiunte da 6tour.com: 123

Top5 città

  1. Reykjavík
  2. Vík
  3. Hella
  4. Keflavík
  5. Höfn
Top3 destinazioni minori (…sì, sono state prenotate)

  1. Sprengisandur
    Zona con un lungo tratto di strada tra il Sud e il Nord, percorribile solo da veicoli 4WD e nel periodo estivo. Lo Sprengisandur è un percorso di 250 km per lo più desertico. Può essere fatto in autonomia o con i bus. A metà strada della pista si trova una piccola oasi con un rifugio per alloggio.
  2. Grindavík
    Piccolo comune di 2000 abitanti a sud-ovest del Paese. A breve distanza si trova la stazione termale geotermica della Laguna Blu, le cui caldissime acque provengono dalla vicina centrale elettrica di Svartsengi.
  3. Skogar
    Piccolo villaggio dell’Islanda del Sud. Un elemento molto suggestivo presente in questa località è la meravigliosa cascata Skógafoss.

Cerca alloggi in Islanda

L’economia del turismo

È ormai da qualche anno che il cinema si è accorto delle grandi potenzialità attrattive dell’Islanda. Gli ultimi film stanno facendo innamorare il mondo intero, grazie anche alla presenza di paesaggi senza fine, non sfiorati dall’uomo date le loro condizioni impervie. Due esempi: The Game of Thrones e Batman Begins.


Link utili

Come per ogni numero dedicato alle destinazioni, terminiamo il nostro Speciale Islanda con una serie di link utili per avere maggiori informazioni. Confidiamo che possano esservi utili!

 20160620-visto

Visto

I cittadini dei Paesi elencati non hanno bisogno di un visto per viaggiare in Islanda. La permanenza nell’area di Schengen non deve eccedere tre mesi ogni sei mesi.

20160620-visit-IT

Offerta turistica

Sito ufficiale dell’Islanda, con idee di itinerari e contenuti multimediali

20160620-godmundur

Problemi in Islanda? Chiedi a Guðmundur!

I più anglofoni possono partecipare a questa iniziativa bizzarra, ma totalmente in linea con lo stile di vita islandese. Guðmundur Hangout è un motore di ricerca umano, in cui tutti possono chiedere informazioni inerenti all’isola e gli abitanti del posto sono pronti a rispondere e fornire supporto in caso di necessità. Ci si può mettere in collegamento attraverso i principali social media, ponendo domande direttamente nelle pagine ufficiali del progetto.

A scuola di turismo con “Ispired by Iceland”

Chi parla inglese è anche più facilitato nel muoversi in autonomia in Islanda, e l’ente del Turismo ha pensato bene di istituire il progetto “Ispired by Iceland”. Presso la scuola virtuale Iceland Academy si possono infatti vedere divertenti video istruttivi che evidenziano quali sono i giusti comportamenti da adottare per un turismo consapevole nel Paese: da come comportarsi nelle pozze terminali, a consigli su cibo, sicurezza, festival, natura e molto altro.

Video Gallery

Islanda in 4 minuti: Iceland road trip

Esperienze di un turista racchiuse in un short film.

I suoni dell’Islanda

Una turista racconta il suo viaggio in Islanda attraverso suoni, volti e colori del paesaggio. Uno dei modi più originali per raccontare l’isola e i suoi patrimoni

Cerca alloggi in Islanda

Previous Article Next Article