Viaggi in famiglia: l’altra sfida degli agenti di viaggio

mercoledì, 29 giugno 2016

I bambini influiscono notevolmente sullo stile di viaggio e un agente di viaggi si trova spesso a dover coniugare le diverse esigenze: è meglio focalizzarsi solo sui gusti dei bambini? I genitori vogliono visitare posti in cui i figli si potrebbero annoiare? Ci sono anche i nonni?.
Se organizzare viaggi per coppie necessita di una serie di considerazioni, quando il cliente è una famiglia ci si interroga su come generare quell’effetto “wow” che lascia tutti soddisfatti, grandi e piccoli.

In questo numero potremmo indicarvi quali sono secondo noi le destinazioni migliori, ma generalizzare resterebbe troppo semplice e poco utile. Abbiamo deciso dunque di suddividere consigli e destinazioni a seconda delle esigenze che si possono presentare in agenzia di viaggi.


Sono incinta, dov’è meglio viaggiare?

Quando una donna è incinta e ama viaggiare, non deve esserci alcun ostacolo se non quello della sua salute. Non ci sono pertanto destinazioni “migliori” da suggerire alle donne in gravidanza, quanto piuttosto fattori che possono influire sul viaggio:

  • volo: molte compagnie aeree impongono restrizioni per le donne al terzo trimestre di gravidanza. Tali limitazioni dipendono dalla tratta (long-haul o short haul) e anche dalle settimane di gravidanza. Superate le 28 settimane di gestazione, inoltre, è bene consigliare di chiedere conferma al medico per l’idoneità ad affrontare un viaggio in volo. Qualora non ci siano controindicazioni, è bene indicare di bere molto, muoversi spesso e indossare collant a compressione graduata (soprattutto in tratte lunghe).
  • assicurazione: le polizze assicurative cambiano in funzione della destinazione. Ad esempio, per viaggi in Europa le assicurazioni coprono la maggior parte degli eventuali inconvenienti, basta portare con sé la propria cartella clinica per far intervenire la sanità pubblica nel migliore dei modi. Non è così per l’Australia, in cui non c’è copertura assicurativa per le donne che fanno un volo intercontinentale durante il terzo trimestre di gravidanza. Eventuali interventi sarebbero dunque molto costosi.
  • vaccinazioni necessarie: banale a dirlo, ma doveroso. Quando si è incinta sono sconsigliabili tutte le vaccinazioni, tanto più se necessarie a visitare Paesi a rischio di febbre gialla e malaria.

Bimbi piccoli: dove li porto?

Disneyland, Rovaniemi, parchi tematici e mete marittime sono le prime attrazioni che vengono in mente a tutti i genitori e, ovviamente, anche le più gettonate in generale. Vogliamo però segnalare qualche altra destinazione estremamente attrezzata per ospitare bambini:

  1. Toronto, Canada. Se i piccoli amano la scuola e sono appassionati di quiz e documentari, è probabile che il viaggio ideale sia all’insegna della cultura. Architettura, cucina, storia sono gli ingredienti principali di Toronto. Una delle cose più divertenti da fare con i figli è partecipare alle lezioni di improvvisazione della Bad Dog Theatre Company: le risate sono assicurate!
  2. Gand, Belgio. Oltre a Bruxelles, Gand è un’autentica città fiamminga. Il suo centro storico, il più grande del Paese, è interamente pedonale, percorribile a piedi o in bicicletta. Se non si ha voglia di faticare troppo, i numerosi battelli sono a disposizione per tour attraverso i canali. Consigliata anche la visita al Castello di Gravensteen: sebbene non sia adatto ai passeggini, un cavaliere condurrà tutta la famiglia verso le scale del castello e i bambini potranno sedersi sul trono del re.
  3. Bushmills, Irlanda. L’Irlanda è un Paese estremamente accogliente e a Bushmin i bambini potranno ammirare il Selciato del Gigante, un affioramento roccioso naturale situato sulla costa nord est. Colonne naturali a base esagonale, quadrata e ottagonale sono emerse a seguito di un’eruzione vulcanica di 60 anni fa. La leggenda narra che il gigante Finn McCool avrebbe costruito il selciato per camminare fino alla Scozia e combattere un altro gigante di nome Angus.
  4. Java e Bali, Indonesia. Se i bambini amano i burattini, il teatro d’ombre è la sua versione asiatica. Oltre ad ammirare e contemplare una cultura diversa da quella occidentale, lungo le strade di può infatti assistere a questi splendidi spettacoli popolari che raccontano di miti e leggende. Pupazzi fatti di pelle di animale vengono animati attraverso l’uso di bacchette: la storia viene proiettata su un telo utilizzando le ombre degli stessi pupazzi.
  5. Roma e Firenze, Italia. Antichi romani, gladiatori, buon cibo, leggende e storie è tutto ciò che racchiude l’atmosfera romana e fiorentina. La maggior parte dei musei sono a cielo aperto e molto apprezzati anche dai bambini.
  6. Quintana Roo, Mexico. Amanti del mare e della natura possono godere di relax e attività sottomarina nella Sian Ka’an, una riserva sulle coste dei Caraibi fatta di spiagge bianche, baie, mangrovie e di attività sottomarine per esplorare la seconda barriera corallina più grande al mondo.
  7. Williamsburg, USA. Colonial Williamsburg è il distretto storico della città e offre un tuffo nella storia americana, fatta di padri fondatori e di guerre civili. Divertente è la visita al Great Hopes Plantation, la ricostruzione di una tipica città contadina del 18° secolo. Tutto è come era allora: vestiario, stile di vita, sistemi societari, modi di parlare, edifici, paesaggi, attività giornaliere. Un’attrazione molto interessante per grandi e piccoli.
  8. London, UK. Piace ai grandi, piace ai piccoli, piace ai teenager. Un evergreen del turismo, con cui non si sbaglia mai. Per i più piccoli l’offerta sta aumentando: stanno nascendo numerosi tour a tema, come ad esempio quelli nei set cinematografici di Harry Potter o alla scoperta dei misteri di Sherlock Holmes.
  9. Las Vegas, USA. Sì, avete letto bene. La città del peccato si apre al mondo dei bambini con numerose attrazioni: parchi giochi, avventure, spettacoli. Tutto quello che i bambini cercano per il loro divertimento.
  10. Norvegia. In questo Stato si intrecciano natura, leggende e storie. Si può fare safari per vedere l’aurora boreale, visitare i fiordi, andare a sciare, visitare il Viking Ship Museum (il museo delle navi vichinghe). Tutte le attrazioni sono organizzate in modo estremamente didattico anche per i più piccoli.

Queste mete possono essere un primo spunto da dare ai vostri clienti , consigliando però di coinvolgere anche i loro piccoli nell’esprimere le proprie aspettative e costruire poi l’itinerario che più aggrada a tutti i familiari. Non è detto infatti che i viaggi con bambini debbano essere per forza cuciti attorno alle esigenze dei più piccoli: ognuno deve poter avere il suo spazio, tanto più se a partire ci sono anche i nonni. È qui che un agente di viaggi spolvera la sua tuta da supereroe e diventa la persona ideale per risolvere la situazione!

Figli adolescenti, come possono essere soddisfatti di un viaggio con i genitori?

Bando ai formalismi, la maggior parte dei teenager sogna di trascorrere l’intera estate con gli amici e con i loro primi amori. È per questo che molti sperano in una vacanza di breve durata, per poter tornare il prima possibile a vivere la propria “nuova” vita. Un viaggio con figli adolescenti è il momento ideale in cui i genitori possono riappropriarsi dell’identità di coppia, lasciando lentamente le redini del controllo e proponendo ai figli mete in cui possano sentirsi un po’ più liberi condividendo le cosiddette “cose da grandi”. Quello che cerca una famiglia di questo tipo è dunque una meta non convenzionale, in cui avventura, movida e relax sono i protagonisti. Ecco qualche idea:

  1. Florida Keys, Florida, USA. Per gli amanti delle immersioni questo è il non plus ultra: un arcipelago di 1700 isole ad un’ora da Miami. Le spiagge sono dorate, si può assaggiare carne di coccodrillo e ci si può immergere fino ad ammirare la statua del Cristo sott’acqua. Per avere emozioni ancora più forti, poi, si può nuotare con i delfini o salire in una barca con il fondo in vetro, utile ad osservare da vicino le creature marine.
  2. Valencia, Spagna. La città offre cultura, movida e buon cibo. I tour gratuiti a piedi sono un ottimo modo per tenere tutti occupati ed informati senza spendere un centesimo in più.
  3. Barcelona, Spagna. Parchi stupendi, grandi passeggiate, spiagge e monumenti imperdibili. La Spagna quest’anno è una delle mete più consigliate e gettonate e Barcellona è la città della movida e del divertimento per antonomasia. Ci sono locali serali sempre aperti, sconti per i giovani nelle maggiori attrazioni, sport acquatici, parapendio e deltaplano. State già immaginando gli occhi scintillanti dei vostri clienti teenager, non è vero?
  4. Safari in South Africa. Il Safari è un’esperienza per tutti: quello che si può vedere allo zoo non ha niente a che fare con la realtà selvaggia delle riserve. Un tuffo nei libri di biologia, ma anche nell’allegria africana, quella delle zone sicure ovviamente.
  5. Washington DC, USA. I migliori musical, spettacoli, arte, concerti, ma anche musei, storia e locali possono caratterizzare il viaggio familiare a Washington DC. Una città cosmopolita che ha il fascino della storia e dell’avanguardia americana.
  6. New York City. Qui si va sul sicuro: forse solo un teenager newyorkese non avrebbe voglia di rimanervi per le vacanze. Ai giovani si consigliano le visite della città in rollerblade o in bici, i musei dell’arte moderna, i concerti nei teatri e la visita dei migliori punti di ristoro sulla strada (street food) ammirando le migliori opere di street art.
  7. Edimburgo, Scozia, UK. Due sole parole per convincere un teenager a partire: pub e divertimento. Edimburgo è una città benestante, più piccola di Glasgow ma con una storia senza eguali. Tutti coloro affascinati dello stile gotico e scozzese ne rimarranno estremamente colpiti!
  8. San Francisco, USA. Numerose le attrazioni adatte a tutta la famiglia: Alcatraz, l’Accademia delle Scienze, il Golden Gate Bridge, la Union Square, e molte altre. L’intera famiglia si sentirà all’interno di uno dei suoi film americani preferiti.

Cerca hotel nella destinazione preferita dai tuoi clienti


Link utili

Se il tuo cliente è una mamma, condividi con lei questo bel articolo di Be road, il blog di Valentina Besana: una mamma che scrive di viaggi, bambini (in viaggio) e segnala eventi interessanti.

Vacanze estive con bambini: i consigli delle mamme blogger

Previous Article Next Article