Viaggi di nozze: tendenze e destinazioni 2018

venerdì, 16 febbraio 2018

Personalizzazione. È una delle parole d’ordine del mercato del travel. E i viaggi di nozze non fanno eccezione. Persino i novelli sposi più inclini alla tradizione in materia di destinazioni ed esperienze vogliono tornare a casa con il ricordo di un qualcosa di un unico. Fosse anche solo un particolare.

Voi siete i sarti del viaggio, e avete dunque tutte le carte in regola per aiutare i vostri clienti a vivere una luna di miele a misura delle loro esigenze e dei loro desideri. Noi vogliamo fornirvi innanzitutto alcune indicazioni che muovono dai più recenti focus Destination Weddings and Honeymoons firmati Travel Agent Central.

Subito un consiglio. I futuri sposi potrebbero entrare in agenzia senza aver prima trovato pieno accordo su destinazioni, esperienze e attività. Invitateli a scrivere, ciascuno su un foglio, gli aspetti del viaggio che per loro rivestono maggiore importanza (es. cultura, cibo, sport, natura, etc.).

Individuate gli elementi in comune e partite dai medesimi per aiutare i vostri clienti a costruire la loro luna di miele. Senza forzare nessuno e senza parteggiare per nessuno, poi, iniziate a proporre altri blocchi della “costruzione” che permettano di raggiungere la massima condivisione possibile in materia di itinerari, esperienze e attività. Favorite, in altri termini, armonia e collaborazione.

Img-articolo-125-1

Le coppie che chiedono la vostra consulenza per un viaggio di nozze sono più avanti negli anni rispetto al passato. In Italia, per esempio, stando agli ultimi dati diffusi dall’Istituto nazionale di statistica, gli sposi (celibi) hanno in media 35 anni e le spose (nubili) 32. E il fattore età conta.

Conta perché i futuri sposi potrebbero avere già vissuto importanti esperienze di viaggio e quindi varcare la soglia d’ingresso della vostra agenzia con un bagaglio rilevante di conoscenze e con aspettative elevate. E perché potreste essere chiamati ad aiutare anche coppie che hanno già figli e dunque a combinare al meglio le esigenze dei futuri sposi con quelle dei loro bambini.

Img-articolo-125-2

E tra gli sposi novelli, specie se già con prole, sembra iniziare a prendere piede anche la cosiddetta mini-moon, una luna di miele con rispettive famiglie di origine (e anche amici) di pochi giorni, cui può seguire o no un viaggio di nozze in senso proprio. All’estremo opposto si colloca la cosiddetta mega-moon, una luna di miele “epica” che prevede molteplici destinazioni.

Gli esperti di Travel Agent Central invitano inoltre a tenere presente anche il mercato LGBT, perché i viaggi di nozze non sono appannaggio soltanto delle coppie eterosessuali.

Capitolo destinazioni, infine. Se digitate su un motore di ricerca “migliori destinazioni viaggio di nozze 2018” oppure “best honeymoon destinations 2018”, otterrete migliaia di risultati. Noi vogliamo portare la vostra attenzione su due risorse che riteniamo utili.

La prima è una ricerca firmata hitched, azienda britannica specializzata in wedding planning, condotta su oltre 8.000 fotografie pubblicate su Instagram con hashtag #honeymoon e #honeymooners, allo scopo di individuare le destinazioni più popolari.

Img-articolo-125-3

Una risorsa utile perché mostra come Instagram e altri social network possono aiutarvi a trovare ispirazione e a intercettare le preferenze degli utenti finali. Ecco la Top 10 scaturita dall’analisi delle fotografie (in totale, sono 35 le destinazioni individuate):

  1. New York (USA)
  2. Kuta (Indonesia)
  3. Costiera Amalfitana (Italia)
  4. Magoodhoo (Maldive)
  5. Roma (Italia)
  6. Teluknarat (Indonesia)
  7. Ban Bang Bao (Thailandia)
  8. Playa del Carmen (Messico)
  9. Vaitape (Polinesia Francese)
  10. Singapore (Repubblica di Singapore)

La seconda risorsa è un articolo della statunitense The Knot, altra azienda specializzata in organizzazione dei matrimoni. Una risorsa utile perché, per ciascun mese dell’anno, potete individuare le destinazioni con il miglior clima.

Buon lavoro!

Previous Article Next Article