Speciale Bangkok

venerdì, 08 giugno 2018

La conosciamo tutti come Bangkok, ma il nome cerimoniale della capitale della Thailandia, coniato nel XVIII secolo dal sovrano Rama I e in seguito modificato dal re Rama IV, si compone di circa 190 caratteri* e la sua abbreviazione, Krung Thep Maha Nakhon, significa Città degli Angeli.

È la più grande e popolosa città della Thailandia, Bangkok. Una metropoli che sfiora i dieci milioni di abitanti. La destinazione più visitata a livello internazionale, stando al Global Destination Cities Index 2017**. Davanti a Londra (Regno Unito), Parigi (Francia), Dubai (Emirati Arabi Uniti), Singapore (Repubblica di Singapore), New York (USA), Seoul (Corea del Sud), Kuala Lumpur (Malesia), Tokyo (Giappone) e Istanbul (Turchia).

IMG-ART133-2

 

 

Circa 20 milioni di viaggiatori stranieri hanno visitato Bangkok nel 2017. Su un totale di oltre 35 milioni di turisti stranieri che hanno raggiunto la Thailandia lo scorso anno. Tra gennaio e aprile 2018, il Paese asiatico ha registrato 13,7 milioni*** di arrivi internazionali, per una crescita del 13,9% su base annua. E il governo thailandese conta di chiudere l’anno a quota 37 milioni.

Per approfondire la vostra conoscenza di Bangkok e della Thailandia intera, vi consigliamo di puntare i vostri browser web in direzione di Amazing Thailand, il sito web ufficiale multilingua dell’Ente Nazionale del Turismo Thailandese, ricco di notizie, spunti e informazioni puntuali e aggiornate.

IMG-ART133-1

Di particolare interesse è la versione italiana di Amazing Thailand, perché comprensiva di una sezione ove poter scaricare e consultare Taste of Thailand, la rivista ufficiale dell’Ente Nazionale del Turismo Thailandese in Italia. Di contro, rispetto alle altre versioni di Amazing Thailand, quella italiana è priva dello strumento Trip Planner, sviluppato per fornire itinerari suggeriti.

Tutte le versioni di Amazing Thailand offrono la possibilità di scaricare e consultare brochure dedicate alle destinazioni (Bangkok) e alle esperienze (es. Spiagge e Isole, Shopping, Terme e Bellezza etc.). Se conoscete la lingua inglese, vi consigliamo di sfogliare le brochure disponibili nella versione internazionale di Amazing Thailand, perché il catalogo è più ampio e copre pressoché ogni destinazione e ogni esperienza.

IMG-ART133-3

Tra le esperienze da non perdere, senza dubbio la cucina thailandese, e in particolare il cibo di strada. Non è un caso che l’Organizzazione Mondiale del Turismo abbia scelto Bangkok per ospitare il quarto Forum Mondiale sul Turismo Gastronomico (30 maggio – 1° giugno 2018).

A tal proposito, oltre che lo street food, vogliamo ricordarvi i nostri speciali a tema: turismo gastronomico, enoturismo e turismo dell’olio.

Per la capitale della Thailandia, un’altra risorsa istituzionale è Bangkok Tourist, sito web curato dalla Bangkok Tourism Division della Bangkok Metropolitan Administration, pubblicato in thailandese, giapponese, cinese e inglese. Se non avete molto tempo a disposizione, non perdetecelo, perché i tempi di caricamento delle pagine di Bangkok Tourist sono lunghi.

Passaporto, visto e altre informazioni

Per l’ingresso in Thailandia, è necessario il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo e con almeno due pagine libere rimanenti per l’apposizione del visto. I vostri clienti, per legge, sono tenuti a portare sempre con sé il loro passaporto originale.

Per i soggiorni non superiori a 30 giorni, non è necessario il visto per i turisti provenienti dai seguenti Paesi:

  • Australia
  • Austria
  • Bahrain
  • Belgio
  • Brasile
  • Brunei
  • Canada
  • Repubblica Ceca
  • Corea del Sud
  • Danimarca
  • Estonia
  • Filippine
  • Finlandia
  • Francia
  • Germania
  • Giappone
  • Grecia
  • Hong Kong
  • Indonesia
  • Irlanda
  • Islanda
  • Israele
  • Italia
  • Kuwait
  • Liechtenstein
  • Lussemburgo
  • Malesia
  • Monaco
  • Norvegia
  • Nuova Zelanda
  • Oman
  • Paesi Bassi
  • Perù
  • Polonia
  • Portogallo
  • Qatar
  • Singapore
  • Slovacchia
  • Slovenia
  • Spagna
  • Sud Africa
  • Svezia
  • Svizzera
  • Turchia
  • Emirati Arabi Uniti
  • Regno Unito
  • Ungheria
  • USA
  • Vietnam

Per qualsiasi informazione riguardante l’ingresso in Thailandia, vi raccomandiamo in ogni caso di consultare le ambasciate e i consolati di riferimento.

Stesso consiglio vale per restare aggiornati sui divieti e sulle limitazioni di importazione. Vi ricordiamo, per esempio, che dal 31 gennaio 2018 è proibito fumare in 24 spiagge thailandesi**** (i trasgressori sono puniti con 1 anno di reclusione e/o 100.000 Bath di multa) e che in Thailandia è vietato possedere, vendere, importare ed esportare sigarette elettroniche e loro componenti (si rischiano una multa pari a cinque volte il valore del bene e anche fino a 5 anni di reclusione).

Buon lavoro!

*Krung Thep Mahanakhon Amon Rattanakosin Mahinthara Yuthaya Mahadilok Phop Noppharat Ratchathani Burirom Udomratchaniwet Mahastan Amon Phiman Awatan Sathit Sakkathattiya Witsanukam Prasit

Bangkok, Wikipedia

** Mastercard Global Destination Cities Index 2017

*** China, India lead growth in January-April visitor arrivals to Thailand

Tourism Authority of Thailand

****È vietato fumare nelle seguenti spiagge:

  • Banchuen Beach, Khlong Yai, Trat Province
  • Laem Sadet Beach, Tha Mai, Chantaburi Province
  • Saeng Chan Beach, Meuang, Rayong Province
  • Bangsaen Beach, Meuang, Chon Buri Province
  • Tam Pang Beach, Ko Si Chang, Chon Buri Province
  • Sai Kaew Beach, Sattahip, Chon Buri Province
  • Dongtan Beach, Bang Lamung, Chon Buri Province
  • Cha-am Beach, Cha-am, Petchaburi Province
  • Hua Hin Beach, Hua Hin, Prachuap Kirikan Province
  • Khao TaKieb Beach, Hua Hin, Prachuap Kirikan Province
  • Sairee Beach, Mueang, Chumphon Province
  • Bor Pud Beach, Koh Samui, Suratthani Province
  • Samran Beach, Hat Samran, Trang Province
  • Kiong Dao Beach, Koh Lanta, Krabi Province
  • Kor Kwang, Koh Lanta, Krabi Province
  • Phra-ae Beach, Koh Lanta, Krabi Province
  • Khao Lak Beach, Takua Pah, Phang-Nga Province
  • Khai Nok Beach, Koh Yao, Phang-Nga Province
  • Khai Nai Beach, Koh Yao, Phang-Nga Province
  • Patong Beach, Kratoo, Phuket Province
  • Wasugree Beach, Saiburi, Pattani Province
  • Chalatas Beach, Muang, Songkla Province
  • Plai Sai, Pak Panang, Nakhon Si Thammarat Province
  • Chalok Baan Kao Beach, Koh Tao, Koh Pa-ngan, Suratthani Province
Previous Article Next Article